Mercoledì delle Ceneri – Inizia la Quaresima

Care famiglie,

oggi inizia il tempo della Quaresima, cammino verso la Pasqua. Questo mercoledì è un inizio strano perchè impossibilitati a vivere la consueta liturgia penitenziale delle Ceneri.

Vogliamo comunque vivere questo giorno da cristiani, sapendo che ciò che ci unisce di più in questo tempo è proprio la preghiera.

Non potendo vivere alcun momento comunitario in chiesa, diventa più forte e significativo il momento personale o in famiglia.

Vi invitiamo a diverse possibilità:

  • C’è un piccolo foglio per la preghiera in casa durante questo mercoledì, scaricabile a questo link.
  • – Sarà possibile ascoltare le parole del Vescovo Francesco sul sito della Diocesi e BergamoTV (canale 17 – qui il link per la diretta) nei seguenti orari: ore 13.00 – ore 16.00 – ore 20.00 – ore 22.45.
  • Utilizzare in casa il libretto della quaresima preparato dalla diocesi (disponibile in chiesa).

Qui sotto trovate anche il programma della Quaresima 2020.

Uniti nella preghiera! Buon cammino!

i sacerdoti della comunità

 

QUI TROVATE TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA QUARESIMA 2020

Coronavirus | Disposizioni dalla Diocesi di Bergamo – aggiornamento 24/02/2020

La Diocesi di Bergamo si attiene responsabilmente alle indicazioni precauzionali date dalle Autorità civili e sanitarie per la tutela della salute di tutti.

Alle misure cautelari indicate si aggiunge un particolare invito alla preghiera per gli amma­lati e le loro famiglie, per il personale sanitario e per tutti coloro che si stanno adoperando per far fronte a questa emergenza sanitaria.

Il Vescovo Francesco esprime in modo accorato la sua vicinanza invocando con la sua benedizione la protezione del Signore su tutti e su ciascuno, mentre segue con attenzione la situazione mantenendosi in stretto contatto con la Prefettura e le Istituzioni pubbliche sanitarie, sociali, civili e militari, a cui rivolge un particolare ringraziamento per la qualità e la premura del loro servizio alla nostra comunità.

Senza cedere ad allarmismi e paure, ma aiutando con responsabilità le comunità ad affrontare questo momento delicato, i sacerdoti sono tenuti all’osservanza rigorosa di tutte le disposizioni.

Come pastori offrano particolare sollecitudine verso gli anziani, aiutandoli con equilibrio nell’incontro personale circa una valutazione della situazione e nella gestione di legittimi dubbi e preoccupazioni. In quest’ottica rientra la visita a domicilio anche attraverso i ministri straordinari dell’Eucaristia.

Per la validità di queste norme, le autorità prevedono un tempo minimo di una settimana, perciò fino a lunedì 2 marzo escluso, termine che potrebbe essere prorogato in base all’evolversi della situazione di contagio, anche solo per alcune zone. In tal caso saranno puntualmente date nuove indicazioni.

La rigidità delle norme è atta a riguardare in modo particolare i minori e gli anziani o gli assembramenti più numerosi di persone e con maggiore variabilità di presenze. Come comunità cristiana questo ci interpella direttamente.

Pertanto, il Vescovo Francesco, in considerazione delle circostanze in evoluzione del contagio da Covid-19 (Coronavirus), in accordo con il Prefetto di Bergamo, secondo l’ordinanza della Regione Lombardia e nel rigoroso rispetto delle norme sanitarie precauzionali indicate dalle autorità competenti, dispone:

  • le chiese restino aperte solo per la preghiera personale e si abbia l’accortezza di togliere l’acqua lustrale;
  • tutte le celebrazioni con concorso di popolo siano sospese, incluso il Mercoledì delle Ceneri e i momenti di preghiera quaresimale della comunità (come via crucis o liturgie penitenziali) o di gruppi specifici; non sono ammesse nemmeno celebrazioni o momenti di preghiera all’aperto, né in santuari o in cappelline;
  • ogni sacerdote celebri in forma privata in chiesa a porte chiuse o in altro luogo adatto, per evitare concorso di popolo; si suggeriscono, ad esclusione del Mercoledì delle Ceneri e delle Domeniche di Quaresima, alcuni formulari particolari:
    – “Per qualunque necessità” (formulario 2), MR pag. 827;
    – “Per gli infermi”, MR pagg. 822-823;
    – Dalle Messe della Beata Vergine Maria, si suggeriscono i seguenti formulari:
    – Madre della consolazione, pag. 133;
    – Mediatrice di grazia, pag. 99;
    – Salute degli infermi, pag. 142.
  • poiché domenica 1 marzo non è possibile celebrare l’Eucaristia, i fedeli sono dispensati dall’obbligo del precetto festivo e invitati a santificare la festa con un momento di preghiera personale o familiare, oppure seguire la Messa attraverso la televisione o la radio;
  • per il sacramento del Battesimo, si inviti a rimandare la celebrazione; qualora ci fossero fattori contingenti e bisogni familiari, si celebri in modo il più possibile ristretto, invitando alla presenza dei soli parenti;
  • per il sacramento del Matrimonio, si celebri in modo il più possibile ristretto, invitando alla presenza dei soli parenti;
  • per la celebrazione dei funerali: si svolgano in forma privata, cioè senza suonare le campane per la Messa, evitando i cortei dalla casa e al cimitero; la celebrazione è consentita invitando a circoscrivere la partecipazione ai soli parenti;
  • nell’eccezione della celebrazione per funerali o matrimoni, a scopo precauzionale, si chiede di non invitare al gesto dello scambio di pace e di distribuire la comunione solo nelle mani secondo le norme vigenti;
  • per la celebrazione del sacramento della riconciliazione, non sono permesse le preparazioni comunitarie, né per adulti, né per i ragazzi; se qualche fedele chiede singolarmente, non si usino i confessionali, ma preferibilmente luoghi areati come ad esempio la sagrestia o la navata;
  • tutte le iniziative comunitarie e oratoriane siano sospese: catechesi, incontri di preghiera, ritiri spirituali, incontri di gruppo, riunioni, conferenze, gite, pellegrinaggi, iniziative o uscite culturali o aggregative;
  • gli ambienti oratoriani siano chiusi: bar, sale della comunità, cinema e teatri, cortili, campi da gioco o sportivi, come pure altri luoghi di ritrovo di pertinenza parrocchiale o religiosa;
  • gli spazi parrocchiali non vengano concessi per feste o incontri privati.

Nel medesimo provvedimento si stabilisce la chiusura di tutte le scuole di ogni grado, quindi rientrano tutte le scuole paritarie.

Per facilitare questo:

  • viene proposta una preghiera come invito a vivere intensamente un momento personale di comunione spirituale; si suggerisce ai sacerdoti la possibilità che la medesima orazione sia lasciata nelle chiese (scarica la preghiera).
  • per il Mercoledì delle Ceneri viene proposto uno specifico schema di preghiera in famiglia o personale (scarica la preghiera).
  • il Mercoledì delle Ceneri il Vescovo Francesco attraverso Bergamo TV proporrà a tutti i fedeli un momento particolare di preghiera e di riflessione (*saranno forniti dettagli e indicazioni entro domani)
  • si può suggerire di seguire la Santa Messa su TV2000 (canale 28) ore 8.30, o su Telepace come pure altre proposte di preghiera (ad esempio il rosario)
  • i parroci che avessero una radio parrocchiale possono usare di questo strumento per collegarsi con i fedeli nelle case, secondo le indicazioni relative alla celebrazione della Messa sopra indicate
  • si può inoltre suggerire ai fedeli la celebrazione della liturgia delle ore; a questo riguardo c’è la comoda APP della Conferenza Episcopale (scarica la versione Android – scarica la versione Apple) che in modo facile ha anche il supporto audio

I Carabinieri chiedono di farci tramite per avvertire di possibili truffe, soprattutto ai danni degli anziani, ad opera di falso personale sanitario (scarica la nota stampa).

La Curia diocesana è a disposizione per ogni eventuale chiarimento necessario: è possibile contattare il segretario generale don Giulio Dellavite (tel. 035/278.242).

Gli uffici della Curia restano aperti, si consiglia però di chiamare per verificare la presenza del direttore o dell’addetto dell’ufficio competente.

Qui il comunicato ufficiale della Diocesi.

https://diocesibg.it/coronavirus-prime-indicazioni-alle-parrocchie/

Catechesi 3 anno | ritiro 1° marzo

Care famiglie,

come da calendario siamo a proporvi domenica 1° marzo il secondo ritiro per i ragazzi della Prima Comunione a cui sono invitati anche i genitori.

#programma

ore 9.30       ritrovo in oratorio e inizio in salone

                      proposta di attività per i bambini e i genitori

ore 11.15 Santa Messa domenicale in oratorio

ore 12.30 pranzo in oratorio per le famiglie

 

#info

  • Si possono portare i fratelli (per loro ci sarà un servizio di animazione per il tempo dell’attività dei genitori).
  • Per il pranzo chiediamo il contributo di 5,00 € a persona.
  • I bambini fino a tre anni sono gratis. Il pranzo prevede un primo e un secondo caldi con contorno, acqua (vino per gli adulti).
  • Chiediamo ad ogni famiglia di portare un dolce da condividere.
     

Le iscrizioni per il pranzo si raccolgono unicamente presso la segreteria dell’oratorio entro e non oltre venerdì 28 febbraio (lasciando la quota per i partecipanti e indicando intolleranze o segnalazioni alimentari particolari).

 

don Davide, i catechisti e i conduttori del terzo anno